Stradeperdute - di Stefano Peppucci stradeperdute | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

unnamed fact
web 2.0
post pubblicato in Diario, il 27 giugno 2008


Da circa un anno la discussione sulla definizione di web 2.0 si è spenta.
Prima poteva capitare di parlarne, tra addetti ai lavori e non, indicandone alcuni canoni standard. La partecipazione, la centralità del network come sovrastruttura di memoria del singolo contribuente, la conseguente razionalità del rank asceso a significante coincidente con notorietà. O cool.
Web 2.0 e derivati abbracciano, organizzano, servono. Massicce quantità di oggetti derivati dalla frammentazione degli individui. The long tail. La coda lunga (di qualsiasi cosa).
Si è chiosato sulla legittimità del nome. C'è chi addirittura ha organizzato convegni sul web 3.0, chi lo ha registrato e chi lo utilizza come pretesto per pregiudicare il suo virtuale padre. Nelle riunioni di progetto il cliente ha intuito l'esistenza dell'universo web 2.0 e partecipa alle sue evoluzioni in modo diretto.
L'interfacciabilità del codice ha permesso di connettere migliaia di microapplicazioni di terze parti, per il momento limitandosi alla centralità dell'utente ospite ma ritengo che cresceranno a microapplicazioni collaborative nell'ambito dei processi.
Automatizzando gran parte del lavoro dell'utente.

"Web 2.0" ricorre su google 83 milioni di volte.




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. 2.0 ilife

permalink | inviato da jabal il 27/6/2008 alle 0:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

del.icio.us   technorati   oknotizie  facebook
Sfoglia maggio        luglio
calendario
adv